Circolare 1 -  Dichiarazione dei redditi Unico 2018

Druogno, 6 aprile 2018

 

 

Circolare n. 1/2018

 

Oggetto: Dichiarazione dei redditi  - Rivalutazione VALORI  DEI TERRENI AGRICOLI ED EDIFICABILI e PARTECIPAZIONI SOCIALI

               Comunicazione all’ENEA obbligatoria per le RISTRUTTURAZIONI.

 

Prima di tutto Vi ricordiamo che il 30 giugno 2018 scade il termine per rideterminare il valore di acquisto dei terreni agricoli ed edificabili nonché il valore delle quote di partecipazione in società pertanto coloro che hanno intenzione, anche nei prossimi anni,  di  vendere terreni o quote sociali posseduti alla data del 1/1/2018  possono aderire a tale opportunità al fine di evitare di pagare, in caso di vendita, tasse elevate per la plusvalenza. Siamo a disposizione per maggiori e più dettagliati chiarimenti.

 

La Legge di Bilancio 2018 ha approvato modifiche alla disciplina delle detrazioni per le spese di ristrutturazione e riqualificazione energetica in particolare ribadisce che, anche chi usufruisce del bonus ristrutturazioni, dovrà inviare all’ENEA, alcuni dati relativi alla tipologia di interventi effettuati.

 

E' ormai prossima la scadenza per la presentazione delle Dichiarazioni  MODELLO 730 e UNICO 2018 relativa ai redditi conseguiti nell’anno 2017.

Al fine di garantire il miglior servizio, Vi preghiamo volerci fare avere entro il 25/4/2018 quanto in Vostro possesso, della documentazione sotto elencata, inerente l'anno 2017:

 

a)    Variazioni anagrafiche

-     Comunicare eventuali VARIAZIONI DI RESIDENZA;

-                 In caso di VARIAZIONE DEL NUCLEO FAMILIARE E PER I FIGLI nati nel  2017 e 2018: stato di famiglia, nome e cognome, codice fiscale e il numero dei mesi a carico;

-                 per FIGLI E CONIUGE A CARICO: in caso di possesso di redditi eventuale documentazione per verifica spettanza detrazione (CU).

 

b)    Redditi di fabbricati, terreni e IMU

  • documentazione inerente eventuali variazioni catastali per modifiche 2017 o nei primi sei mesi del 2018 (accatastamenti, compravendite immobiliari, successioni e qualsiasi modifica nell'utilizzo degli immobili, ecc.);

  • AFFITTI  percepiti nell'anno 2017 distinti per singole unità immobiliari, copia nuovi contratti stipulati e/o cessazione di contratti esistenti, in caso di opzione per la “cedolare secca” lettera raccomandata inviata al conduttore;

  • perizia giurata e ricevuta versamenti rivalutazione;

  • Terreni agricoli divenuti aree edificabili e viceversa, modifica all’eventuale edificabilità dei terreni;

  • Il codice fiscale di tutti i figli conviventi con eta fino a 26 anni anche se non a  carico ai fini della detrazione IMU;

  • Indicazione dell'abitazione principale con la precisazione di eventuali periodi di occupazione se inferiori all'anno;

  • Certificati o Visure catastali  relativi ad immobili non ancora comunicati allo studio;

  • documentazione per le unità immobiliari accatastate o regolarizzate dopo il 1/1/2018.

     

    c)     Redditi di lavoro dipendente, Pensione  o Assimilati

  • Modelli CU rilasciati dal  datore di lavoro, quelli rilasciati dall’INPS vengono richiesti direttamente dal nostro Studio;

  • Dichiarazioni sostitutive rilasciate da Datori di Lavoro Privati (Colf e Badanti);

  • Pensioni estere (Svizzere, Francia Belgio ecc) incassate su conto corrente estero;

  • Indennità di mobilità, maternità, disoccupazione, malattia, infortunio ecc.;

  • Borse di studio percepite;

  • Assegni percepiti dal coniuge separato o divorziato con esclusione di quelli per il mantenimento dei figli;

  • Indennità per cariche pubbliche (consiglieri comunali, provinciali, ecc).

     

    d)    Investimenti detenuti all'estero

  • Estratti conti correnti e investimenti finanziari detenuti su banche estere ed eventuali altri redditi derivanti da investimenti finanziari esteri;

  • Immobili detenuti a qualsiasi titolo all’estero.

     

     

    e)     Redditi Diversi - documentazione relativa a:

  • Proventi occasionali di lavoro autonomo o di attività commerciale comunque percepiti;

  • Certificati degli utili e/o redditi percepiti da società di persone o capitali;

  • Proventi da lottizzazione di terreni o rivendita di immobili dall'acquisto;

  • Proventi derivanti da indennità di esproprio o assimilati;

  • Indennità di avviamento percepite per cessazione di locazione commerciale;

  • Risarcimenti assicurativi per perdite di reddito;

  • Incassi da riscatto di Assicurazioni sulla vita;

  • Redditi da collaborazione coordinata e continuativa.

     

    f)    Oneri detraibili e/o deducibili (la deducibilità o detrazione in dichiarazione è subordinata al pagamento eseguito nel 2017)

  • Spese mediche: quietanze e fatture di visite specialistiche, cure odontoiatriche,  tickets per esami  effettivamente rimasti a carico dei contribuente;

  • Scontrini per l’acquisto di medicinali da banco in cui devono essere specificati la natura, la qualità e la quantità dei prodotti ed il codice fiscale del destinatario (scontrino parlante). I parafarmaci (inclusi gli integratori alimentari) non sono detraibili e pertanto non dovranno essere consegnati;

  • Spese per i mezzi necessari per la deambulazione dei soggetti con difficoltà motoria, per sussidi tecnici ed informatici per i portatori di handicap, spese mediche e assistenza specifica per portatori di handicap e invalidi, spese di acquisti cani guida per non vedenti;

  • Quietanze di pagamento degli interessi passivi su mutui ipotecari pagati nel 2017;

  • Certificazione rilasciate dall’agenzia assicurativa relativa alla polizza vita e infortuni per i premi pagati nel 2017;

  • Ricevute per  spese scolastiche in particolare le spese di frequenza di scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di primo e secondo grado e università (tasse scolastiche, mensa, gite);  spese per canoni di locazione per studenti universitari relativi al contribuente o ai familiari a carico;

  • Ricevute di pagamento delle rette per la frequenza agli asili nido;

  • Spese funebri apposite fatture con ricevute di pagamento;

  • Spese per attività sportive praticate da ragazzi tra i 5 ed i 18 anni per sport dilettantistico;

  • Compensi pagati all’agenzia di intermediazione immobiliare per l’acquisto della prima casa;

  • Contributi versati per il riscatto di periodi di laurea;

  • Contributi associativi versati alle società di mutuo soccorso;

  • Ricevute versamento contributi previdenziali e assistenziali obbligatori, effettuati all’INPS-ENASARCO-ENPAM-CASSE di PREVIDENZA-fondo casalinghe,ecc);

  • Quietanze di pagamento di contributi alle forme pensionistiche complementari e contributi volontari;

  • Contributi previdenziali versati per gli addetti ai servizi domestici familiari (es. COLF o BADANTI) e per il personale addetto all’assistenza di persone non autosufficienti;

  • Spese sostenute per le adozioni di minori stranieri;

  • Ricevute per spese veterinarie;

  • Erogazioni liberali a favore di istituti scolastici, istituzioni religiose, Paesi in via di sviluppo, partiti politici, ONLUS, associazioni sportive dilettantistiche: ricevute relative e/o quietanze;

  • Eventuali assegni periodici corrisposti al coniuge legalmente separato (come da sentenza da produrre);

  • Documentazione per agevolazione 50% negli interventi di ristrutturazione, del 65% per il risparmio energetico, per l’adozione di misure antisismiche nonché dell’acquisto di mobili per immobili oggetto di ristrutturazione (fatture, bonifico ed eventuali comunicazioni SCIA e  ENEA).

 

Si ricorda inoltre di comunicare allo Studio l'eventuale possesso di beni situati all'estero (denaro, titoli, partecipazioni in società, immobili, imbarcazioni, etc. etc.), nonché l'eventuale movimentazione degli stessi, anche se i suddetti beni non dovessero produrre alcun reddito.

TUTTI I CITTADINI RESIDENTI CHE HANNO UN CONTO CORRENTE, UN LIBRETTO DI RISPARMIO E INVESTIMENTI FINANZIARI IN SVIZZERA DEVONO DICHIARARLI AL FINE DELL’IMPOSTA PATRIMONIALE COMPRESI I LAVORATORI FRONTALIERI CHE SONO ESENTATI SOLO DALLA COMPILAZIONE DEL QUADRO RW

Lo Studio valuterà gli eventuali casi di esonero dalla presentazione della dichiarazione.

 

Altri documenti

-    Coloro che non hanno fatto la dichiarazione dei redditi dell'anno scorso presso il ns.  Studio dovrebbero farci avere copia delle dichiarazioni dell’anno precedente, le attestazioni dei versamenti di acconti IRPEF, IMU, IRAP ecc effettuati;

 

 

LE SOCIETA’, LE DITTE INDIVIDUALI  ED I LAVORATORI AUTONOMI,oltre a quanto sopra ci dovranno far pervenire :

 

  • Inventario delle rimanenze al 31/12/2017 di merci, semilavorati e prodotti finiti, redatto per quantità e prezzo di costo;

  • L’estratto del c/c bancario intestato alla società attestante gli interessi attivi percepiti  (solo per le società);

  • Le certificazioni relative alle RITENUTE D’ACCONTO SUBITE.

     

    A disposizione per ogni ulteriore chiarimento, si coglie l'occasione per porgere i più cordiali saluti.

    Rag.  Silvio Cheula

  • w-facebook
  • w-blogger

© 2018 by Studio Cheula Silvio  - Partita IVA n.00597950039

CHIAMACI al n.: (0039) 0324 937603

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now